image
FOLK SONGS di Rotshighway- italian PDF Print E-mail
Reviews & Quotes - Press Reviews
Tuesday, 01 July 2008
Plunkett – “FOLK SONGS” (2008)
Recensione di Fabio Cerbone - RootsHighway

Di impronta risolutamente elettrica, seppure con una sensibilità assai diversa, è anche il nuovo lavoro dei Plunkett, duo artistico da noi già incrociato con il precedente 14 Days: Ian Plunkett e la compagna Lara Bartocci questa volta si discostano dalla forma più aggraziata e acustica del passato e pur mantenendo un cuore folk si avventurano in ballate dal mordente brit-pop, con alcuni richiami all'esperienza del college rock americano a cavallo fra '80 e '90.
Stiliticamente nulla da eccepire, anche rafforzati dal versante lirico, dove i testi sembrano aprirsi con più sensibilità al mondo e meno alla esclusiva introspezione.
Da qui l'idea di intitolare il disco Folk Songs, esplicitando il suo carettere più "impegnato" e profondo, nonostante la scelta di un suono più aggressivo e scintillante.
Bella partenza con Flies e soprattutto lavoro ineccepibile su produzione e chitarre da parte dei Plunkett: su questa linea si muovono episodi in odore più americano (l'armonica in Thought Police ricorda un po' i The The di Dusk) e vivaci scintille di college rock (New Day, It's Just How It Seemed, l'acida e sixties Insane), intrevallate da soste acustiche che riescono a far respirare il disco (ottima Folk Songs Song).
Disponibile anche in formato digitale direttamente dal loro sito.

Recensione di Fabio Cerbone - RootsHighway

 
< Prev   Next >